Gigio vs Gigi, scontro generazionale

Gioventù vs esperienza. Uno scontro da sempre epocale nella storia dell’umanità. Da una parte la freschezza e l’irriverenza degli anni definiti migliori all’unanimità, dall’altra la tranquillità e la sicurezza di chi comincia a lottare contro la carta d’identità.

Si, perché chi è giovane vorrebbe essere grande, e chi è grande darebbe di tutto per sentirsi più giovane. Paradosso che rende ancora più epico la lotta di generazioni, un faccia a faccia classico quanto moderno. In Italia è clamorosamente attuale, in un paese che si rivela ‘per vecchi’, contrariamente al titolo di un celebre film. In ogni settore, chi ha esperienza tende a farla valere, in barba ai giovani, la cui volontà a volte non basta. Regola che si manifesta anche nel calcio, in un periodo in cui le nuove generazioni faticano a trovare spazio e fiducia. Ma c’è un ragazzo che da un anno a questa parte sta suonando la carica, facendo tremare il calcio italiano e non solo: il suo nome è Gigio Donnarumma.

Classe ’99, il baby portiere del Milan non può che rappresentare il futuro del club rossonero, nonché quello della Nazionale. Con una sfrontatezza tipica dei suoi 17 anni, unita ad un talento unico e alla costanza tipica di chi ha stoffa da vendere, Gigio sta però bruciando le tappe, riuscendo a scrivere già nel presente pagine del nostro calcio, tra record e prestazioni super. Come ogni giovane, vola libero oltre i propri limiti, sfiorando i propri sogni e cercando di viverli, senza la pressione, il peso dell’errore ed il bagaglio dell’esperienza.

Chi si avvicina al mondo del pallone indossando i guantoni oltre gli scarpini, in Italia non può avere che un sogno: diventare Gianluigi Buffon. è così per i più piccoli, è così per chi sta muovendo i primi passi in Serie A, creando inevitabilmente clamore. SuperGigi è sia un esempio da seguire, sia un’ombra pericolosa. Molti portieri sono stati etichettati come suoi eredi, salvo poi perdersi per le strade che il calcio propone. Perché ha avuto diversi ‘vice’ nel corso della sua carriera, ma in prima linea, nei momenti più importanti, è sceso sempre lui.

Gioventù vs esperienza. Il fuoco della spensieratezza contro il sangue freddo della saggezza. La capacità di sognare di chi ha tutta una vita davanti, contro il pragmatismo di chi la vita l’ha già compresa, ma ama sfidarla. Donnarumma vs Buffon, il giovane più costante del nostro contro l’esperto più sorprendente del vecchio continente, capace di aggiudicarsi l’ultimo Golden Foot. Gigio vs Gigi, uno scontro che sa di passaggio del testimone, come nuova icona della Serie A, come nuovo guardiano della porta azzurra. Sfida che si consumerà tra poche ore. Chi ha voglia di conquistarsi il futuro di cui tutti gli parlano, di fronte a chi ha avuto una carriera zeppa di soddisfazioni. Che vinca il migliore. Anche se, o per il futuro, o per il passato, verranno ricordati entrambi come vincitori.

I commenti sono chiusi.