Il Fantacalcista – rigori, punizioni e corner

pun

L’attesa è ormai finita e oggi inizierà la serie A 2016/17 e con essa la consueta estenuante stagione fantacalcistica (a meno di provvidi rinvii dell’asta post chiusura del calciomercato). Tralasciando ulteriori consigli spiccioli che si scontrano con la strategia fantacalcistica che ognuno di noi ha costruito in anni di studio matto e disperatissimo (meglio un portiere fortissimo o due/tre portieri di medio livello? Meglio il centrocampista difensivo sempre presente ma calamitatore di cartellini o il trequartista estroso ma discontinuo e a rischio panca?), concentriamoci sui possibili portatori sani di bonus da palla ferma, oltre ai rigoristi più o meno sicuri, che dagli undici metri possono regalarci soddisfazioni – si spera.

ATALANTA
Un solo nome per le punizioni-cross e per quelle in porta: Gomez, mentre qualche dubbio in più sul fatto che un bomber di razza come Paloschi possa lasciare a cuor leggero i rigori a qualche compagno di squadra (lo stesso Gomez).

BOLOGNA

Diamo per scontato Mattia Destro come rigorista e immaginiamo Ladislav Krejci a calciare le punizioni (tranne quando sarà in campo Brienza). Non la miglior scelta possibile.

CAGLIARI

Di Gennaro e Farias si contenderanno presumibilmente i calci di punizione, mentre vale per Borriello lo stesso discorso fatto per Paloschi: Joao Pedro e Farias dovranno faticare a togliere i rigori al sempre abbronzato bomber.

CHIEVO

Da una rosa dalla qualità non eccelsa come quella del Chievo, scegliamo Birsa come principale calciatore di palle da fermo, da ogni angolo del campo. Capitolo rigori piuttosto misterioso, o lo stesso Birsa o uno degli attaccanti in campo (Pellissier?).

CROTONE

Punto interrogativo enorme sui rossoblu. Probabilmente sarà Salzano a calciare le punizioni e i corner, mentre Raffaele Palladino sembra, anche per esperienza ad alto livello, il principale rigorista. Consiglio: lasciate stare.

EMPOLI

Facile pensare a Pasqual e Saponara come addetti a corner e punizioni. Maccarone, l’eterno Big Mac, difficilmente lascerà calciare i rigori ad altri, se sarà in campo.

FIORENTINA

Tra i tanti piedi buoni viola, Ilicic sembra il più verosimile ad essere incaricato di battere i calci da fermo, più di Mati Fernandez e di un Rossi il cui ruolo, al momento, è ancora difficile da decifrare. Anche dagli 11 metri Ilicic sembra il favorito, anche (o soprattutto) per mancanza di alternative.

GENOA

Molte opzioni a disposizione di Juric, a partire da Veloso e Ocampos, ma soprattutto Pandev, più per le conclusioni in porta che per i cross. Dal dischetto possibile alternanza tra Pavoletti e lo stesso macedone.

INTER

Domanda: Banega e Candreva si divideranno da buoni amichetti i calci da fermo? Altre opzioni sembrano francamente poco probabili. Rigori? Beh, Icardi non mollerà facilmente l’osso ma scommettiamo che la prima scelta diventerà presto Candreva, obiettivo fantacalcistico di molti.

JUVENTUS

Tanta qualità a disposizione di Allegri ma saranno i soliti noti a calciare corner e punizioni. Dybala e Pjanic si divideranno questa responsabilità a seconda della zona del campo interessata. Tertium non datur. Dal dischetto Higuain partirà come rigorista titolare anche se Dybala pare estremamente più affidabile.

dy

LAZIO

Un solo nome al comando: Biglia. Difficile pensare ad altri nomi se non in caso di assenza dell’argentino, a meno di non voler pensare a Felipe Anderson e Immobile dagli 11 metri.

MILAN

Tra i titolari certi, o presunti tali, Bonaventura e Montolivo sembrano i papabili per punizioni e corner, con Jack a contestare a Bacca la responsabilità dal dischetto. Alternative possibili – quando in campo – Niang dal dischetto e Honda su punizione.

NAPOLI

Insigne, Mertens, Jorginho, Hamsik. Molte scelte, molte difficoltà per i fantacalcisti. Di getto diciamo Insigne per le punizioni e Hamsik per i rigori. Ma non è necessariamente una scelta a rischio zero.

PALERMO

Missione quasi impossibile. Hiljemark probabilmente si assumerà la responsabilità delle palle da fermo, lasciando spazio a Trajkovski dal dischetto. Consiglio: cercate altrove.

PESCARA

Caprari, fortissimamente Caprari. E potrebbe essere davvero una scelta azzeccata e a poco prezzo. Consigliato. Capitolo rigori: Manaj, quando giocherà, farà di tutto per calciarli.

ROMA

Atteso che il ruolo di Francesco Totti, come sempre negli ultimi anni, sarà tutto da decifrare, puntiamo su Perotti e Florenzi mentre per i rigori tiriamo a sorte e non escludiamo che anche Spalletti possa decidere in questo modo. Dzeko e Salah favoriti, comunque. Dopo la partenza di Pjanic, la Roma non sembra, in ogni caso, attrezzatissima sulle palle inattive.

SAMPDORIA

Cigarini da ogni angolazione più Alvarez di scorta sembrano le soluzioni più idonee per la squadra di Giampaolo. Quagliarella rigorista senza dubbio, in alternativa Muriel. Si può fare di meglio ma come scelta a costo contenuto ci può stare, eccome.

SASSUOLO

Basterebbe una sola parola: Berardi. Dall’angolo, dalla fascia, dal limite, dal dischetto. Se vogliamo trovare per forza un’alternativa, diciamo Politano. Che, detto tra noi, a basso prezzo prenderemmo senza pensarci due volte.

TORINO

La scelta, in questo caso, sembra scontata. Ljajic per cross e tiri in porta, Belotti per i rigori. Cercare un’altra opzione non pare troppo sensato. Coppia molto interessante, anche in ottica assist a palla in movimento e gol (ma questa è un’altra storia).

UDINESE

Per ultima la squadra più difficile da interpretare. Se proprio dobbiamo scegliere un giocatore bianconero, considerato che i piedi buoni di Francesco Lodi potrebbero spesso partire dalla panchina, diciamo Rodrigo De Paul e Thereau per i rigori. Girate al largo, se non siete costretti.

Precedente Premier League, occhio alla difesa: ecco i nuovi leader delle big Successivo Che campionato sarà? Interrogazione alla nuova Serie A